SOLEZ

Smart Solutions supporting Low Emission Zones and other low-carbon mobility policies in EU cities

L’obiettivo del progetto è stato quello di trovare soluzioni di mobilità a basse emissioni di carbonio in modo da migliorare le strategie di programmazione e sviluppare servizi intelligenti e prodotti che rispettino il concetto di Low Emission Zone (LEZ – zona ZTL) nelle aree urbane.

I partner europei

Città di Vicenza (IT), Città di Dubrovnik (HRV), Università di Zagabria – Faculty of Mechanical Engineering and Naval Architecture (HRV), Centrum Dopavniho Vyzkumu (Transport Research Centre of the Czech Republic) CZE,  ROPID – Regional Organiser of Prague Integrated Transport (CZE), Città di Graz (AUT), Pannon Business Network Association, Città di Danzica (POL), Città di Zilina (SVK).

Il progetto a Torino

In Europa centrale, l’aumento delle capacità di pianificazione del settore pubblico e degli enti correlati per una mobilità a basse emissioni di carbonio è una priorità chiave per contribuire a ridurre l’inquinamento atmosferico, soprattutto nelle aree urbane. Partendo da questa considerazione, nell’ambito del progetto SOLEZ, 8 città dell’Europa centrale, con diverse caratteristiche e livello di maturità nell’implementazione di politiche di mobilità sostenibile, hanno elaborato piani d’azione locali che mirano a promuovere la mobilità urbana sostenibile e a sfruttare efficacemente il concetto di Low Emission Zones. Beneficiando di studi di benchmarking e di linee guida comuni sviluppate a livello transnazionale, i piani d’azione SOLEZ sono stati elaborati con il coinvolgimento diretto dei principali stakeholder a livello di area urbana funzionale e saranno formalmente adottati e integrati nei SUMP o negli strumenti di pianificazione della mobilità esistenti per garantire un impatto duraturo nelle 8 aree urbane funzionali dell’Europa centrale.

Le azioni concrete

Il Comune di Torino grazie al progetto SOLEZ ha realizzato un pilota – Living Lab MaaS Torino – che ha consentito di sperimentare il paradigma MaaS. La Città di Torino ha attiviato il pilota offrendo un servizio di test e sperimentazione in contesto reale del paradigma MaaS. La sperimentazione permetterà di misurare:

  • riduzione dell’utilizzo di veicoli privati negli spostamenti sistematici casa-lavoro e lavoro-lavoro
  • incremento dell’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblici
  • aumento dell’accessibilità e della fruibilità delle Zone a Traffico Limitato da parte dei cittadini e delle imprese dell’area urbana
  • incremento dell’accessibilità e fruibilità delle Zone a Traffico Limitato da parte dei cittadini e delle imprese dell’area urbana funzionale torinese (area metropolitana)
  • incremento dell’utilizzo della piattaforma MaaS

I numeri

  • Finanziamento UE (PROGRAMMA CENTRAL EUROPE) al progetto: € 1.933.734,00 (di cui € 162.616,00 alla Città di Torino)
  • Durata: Giugno 2016 – Luglio 2019

Vai al sito web del progetto

162616

Contributo UE alla Città di Torino

37

mesi durata del progetto