GOEASY

Galileo-based trusted Applications for health and sustainability

Lo scopo del progetto è di fornire le basi tecniche e commerciali per consentire una nuova generazione di servizi di localizzazione (LBS) e di applicazioni affidabili e basati sul mercato di massa per coinvolgere, stimolare e premiare i cittadini per comportamenti sostenibili. Ciò avverrà costituendo un ecosistema aperto basato sulle unicità di Galileo (come maggiore affidabilità e migliore disponibilità) e sfruttando standard aperti e abilitanti piattaforme da federare con i servizi di autenticazione e di sicurezza elettronica esistenti, Internet of Things (IoT), Smart City and Collective Awareness Platforms (CAPs). GOEASY progetterà e implementerà una piattaforma basata su cloud in grado di fornire servizi di localizzazione (LBS) affidabili in ambito mobilità a vari tipi di dispositivi (smartphone, dispositivi IoT, ecc.) usando multi-piattaforme e coprendo l’intera catena di fiducia, in modo da consentire lo sviluppo di nuove attività commerciali che devono fare affidamento su dati di posizione affidabili.

Questo progetto ha ricevuto finanziamenti dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell’Unione europea nell’ambito della convenzione di sovvenzione n. 776261.

I partner europei

Istituto Superiore Mario Boella – ISMB (capofila) (IT), Fraunhofer Institute (DE), Cnet Svenska AB (SE), Mundo Reader SL (ES), greenApes srl (IT).

Il progetto a Torino

Il progetto GOEASY fornirà le basi tecniche e commerciali per abilitare una nuova generazione di servizi e applicazioni basati sulla localizzazione affidabili e di massa per coinvolgere, stimolare e premiare i cittadini per comportamenti più sostenibili e scelte più sane. Questo progetto triennale contribuisce al consolidamento di una comunità pubblica dell’UE consapevole e impegnata dal punto di vista ambientale, fornendo al contempo soluzioni innovative a valore aggiunto per i servizi basati sulla localizzazione e aprendo nuovi scenari e opportunità per le soluzioni Smart City (abilitando servizi innovativi LBS e IoT). I risultati della ricerca sono rilevanti per la vita dei cittadini dell’UE, promuovendo un ambiente più sano, aumentando la sostenibilità nelle città, creando opportunità di lavoro e migliorando le tecnologie esistenti. La tecnologia utente GNSS è ora ampiamente disponibile nei dispositivi del mercato di massa, compresi i dispositivi personali, i veicoli connessi, gli oggetti dell’Internet of Things (IoT), ecc. La diffusa disponibilità di ricevitori GNSS, unita alle capacità di comunicazione ubiquitaria dei dispositivi e alla capacità delle piattaforme ICT basate su cloud di federarsi tra loro attraverso standard aperti e API, sta consentendo una nuova generazione di Location Based Services (LBS) in grado di supportare applicazioni pervasive altamente scalabili in cui un gran numero di utenti geograficamente distribuiti sono impegnati, ad esempio, in giochi coinvolgenti e servizi commerciali. Mentre GNSS dimostra di essere in grado di supportare con successo tali applicazioni, uno svantaggio importante impedisce a tale approccio di essere utilizzato in applicazioni di mercato di massa più serie (e potenzialmente molto gratificanti), vale a dire la mancanza di funzioni di autenticazione, con conseguente elevata difficoltà nel prevenire gli utenti di spoofing informazioni di posizione per ottenere vantaggi o danneggiare altri utenti.
GOEASY sarà valutato per mezzo di due casi d’uso concreti, ovvero ApesMobility e AsthmaWatch, entrambi valutati coinvolgendo utenti reali in un pilota di media scala a Torino (Italia) e Stoccolma (Svezia).

Le azioni concrete

La Città di Torino porterà a GOEASY la sua esperienza nel sostenere le attività di coinvolgimento, reclutamento e supporto dei cittadini. La Città garantirà l’interazione con le autorità locali, gli enti pubblici e i cittadini favorendo la comunicazione ai cittadini, sostenendo il processo amministrativo relativo all’attuazione delle azioni dimostrative di GOEASY.

I numeri

  • Finanziamento UE al progetto: € 2.507.323,75 (di cui € 137.000,00 alla Città di Torino)
  • Durata: 42 mesi Dicembre 2017 – Maggio 2021

Vai al sito web del progetto

137000

Contributo UE alla Città di Torino

42

mesi durata del progetto