DECIDO

Evidenza e cloud per politiche più consapevoli ed efficaci

La missione generale di DECIDO è di dimostrare l’enorme impatto derivante dall’adozione di metodologie, strumenti e dati innovativi, nel facilitare l’effettivo sviluppo di migliori politiche evidence-based da parte delle amministrazioni. DECIDO intende connettere le Pubbliche Amministrazioni ai dati e all’infrastruttura informatica dell’European Open Science Cloud – EOSC, guidandone l’accesso e le possibilità di sfruttare un gran numero di risorse addizionali. Il progetto identificherà e valuterà benefici e limitazioni derivanti dall’utilizzo di metodologie e infrastrutture big data da parte dei decisori politici in diversi ambiti. A tal scopo, il progetto prevedrà l’accesso all’EOSC e l’utilizzo delle sue risorse in 4 scenari, dimostrando l’importanza della cooperazione, del trasferimento di tecnologie e dell’impollinazione incrociata in 4 attività pilota principali nei seguenti ambiti di gestione del rischio catastrofi: alluvioni, incendi, interruzioni di corrente/blackout, in 4 stati UE (Italia, Finlandia, Spagna e Grecia).

I partner europei

Engineering – Ingegneria Informatica S.p.A. (IT), Fundacion Tecnalia Research & Innovation (ES), The Lisbon Council for Economic Competitiveness and Social Renewal asbl (BE), Fraunhofer Gesellschaft Zur Foerderung Der Angewandten Forschung E.V. (DE), Kpeople Research Foundation (MT), Stichting Egi (NL), Ey Advisory Spa (IT), National Technical University Of Athens – NTUA (EL), Kajaanin Kaupunki (FI), Kajaanin Ammattikorkeakoulu Oy (FI), Volontariato Torino (IT), Diktyo Poleon Gia Ti Viosimi Anaptyxi KaiKykliki Oikonomia (EL), Fundacion Ibercivis (ES).

Il progetto a Torino

La Città di Torino nell’ambito del progetto DECIDO è responsabile, anche in collaborazione con il partner Torinese Volontariato Torino, dell’attività pilota rivolta alla gestione del rischio alluvionale nell’area del Meisino.

Le azioni concrete

Migliorare le politiche di protezione civile in termini di gestione, prontezza e risposta agli eventi alluvionali, avvantaggiandosi dell’utilizzo di big data, come ad esempio dati satellitari o modelli idro-metereologici (dati dello European and Global Flood System), dati delle agenzie regionali, così come dati raccolti da volontari e cittadini, e di Intelligenza Artificiale per immaginare scenari predittivi, gestire efficacemente il rischio in tempo reale, facilitare le attività di debriefing. Analisi dei dati, ovvero dell’evidenza raccolta per aggiornare le politiche di protezione civile e migliorare l’efficacia dei processi, riducendo di conseguenza i tempi di risposta.
Sono previste inoltre attività di co-creazione per coinvolgere residenti, personale di protezione civile, corpi volontari di emergenza, associazioni locali in processi di apprendimento e comprensione dei rischi alluvionali e dei metodi e delle piattaforme che possono essere sfruttati per comunicare i propri dati in tempo reale e per offrire o richiedere aiuto.

I numeri

  • Budget totale del progetto: € 3.929.587,50
  • Budget del Comune di Torino: € 65.625,00 (finanziato al 100% dall’Unione Europea)
  • n. 13 partner
  • n. 2 partner a Torino
  • n. 4 attività pilota

Vai al sito web del progetto

Scarica il numero di novembre della newsletter

65625

contributo UE alla Città di Torino

13

Partner strategici

4

Attività pilota