5G-EVE

European Validation Platform for Extensive trials

5G-EVE è la piattaforma di validazione europea di testing del 5G. Il progetto è nato per creare le basi per una diffusione pervasiva di reti 5G end-to-end in Europa offrendo alle industrie del settore strutture per convalidare le reti di connessione e i relativi servizi che ne possono sfruttare le potenzialità. Il concetto 5G-EVE si è basato sull’ulteriore sviluppo e interconnessione di siti europei esistenti in Grecia, Spagna, Francia e Italia per formare una struttura end-to-end unica per il 5G.

I partner europei

Città di Torino (IT), Orange SA (FR), Orange Romania SA (RO), Orange Polska Spolka Akcyjna (PL), Telefónica Investigación y Desarrollo SA (ES), Hellenic Telecommunications Organization SA (EL), Ericsson España SA (ES), Ericsson Hellas SA (EL), Ericsson Telecomunicazioni (IT), Nokia Bell Labs France (FR), Nokia Spain SA (ES), Nokia Liseis Kaidiktia Ellas Anonimi Etaireia (EL), Wings Ict Solutions Information & Communication Technologies (EL), B-Com (FR), Nextworks (IT), Automatismos y Sistemas de Transporte Interno (ES), Trenitalia (IT), Applied Research to Technologies Srl (IT), Telcaria Ideas SL (ES), IDC Italia Srl (IT), Eurescom – European Institute for Research and Strategic Studies in Telecommunications GmbH (DE), Promozione per l’Innovazione fra Industria e Università Associazione PIIU (IT), Eurecom (FR), Universidad Carlos III de Madrid uc3m (ES), Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni CNIT (IT), Sociedad Mercantil Estatal para la Gestión de la Innovación y las Tecnologías Turísticas SA (ES), Electricité de France (FR)

Il progetto a Torino

L’infrastruttura di base italiana ha sede a Torino nei locali TIM e Politecnico di Torino (CNIT). La copertura per esterni 5G è stata garantita da TIM sulla loro rete commerciale, il traffico 5G-EVE è stato adeguatamente separato dal traffico commerciale. Le risorse core e datacenter 5G per i casi d’uso sono state impiegate sia nei laboratori del Politecnico di Torino (CNIT) che di TIM, per servire le funzioni della rete 5G e utilizzare le applicazioni dei casi. La rete 5G è stata implementata con elementi di rete Ericsson (radio AIR 6488, BBU 6630; rete core Ericsson 5G EPC).

Le azioni concrete 

I casi d’uso ospitati dal sito italiano sono stati:

  • Trasporto intelligente nel settore ferroviario. Il primo trail si è occupato del provisioning dei contenuti multimediali di bordo con l’obiettivo di dimostrare come il 5G supporti i servizi di streaming video offerti sui treni ad alta velocità. Il secondo trial ha riguardato l’analisi e il monitoraggio dei flussi di dati sulla mobilità urbana 5G integrando i dati di mobilità e 5G dai servizi di trasporto alla multimodalità sostenibile tra la rete ferroviaria e altri servizi di trasporto urbano.
  • Turismo intelligente, ha sviluppato un’app mobile in realtà aumentata per migliorare l’accessibilità dei siti culturali e per esplorare le informazioni digitali correlate nella stessa area geografica considerata dal caso d’uso 5.
  • Smart city – Smart Turin abilitato dal Comune di Torino, ha monitorato i flussi di persone che si spostano tra l’area compresa tra il Politecnico di Torino e la stazione di Porta Susa. La metodologia adottata è stata completamente trasparente per gli utenti, poiché ha catturato passivamente gli smartphone con interfaccia WiFi attiva. I modelli di mobilità sono stati classificati in base ai mezzi di trasporto (a piedi, in bicicletta, ecc.) e ad alcune informazioni sociali (ad es. studenti, docenti, ecc.).

I numeri 

  • 15.742.222,50 di finanziamento a livello europeo
  • 136.825,00 di finanziamento alla Città di Torino
  • n. 4 siti europei di interconnesione

Vai al il sito web del progetto

15742222

€ di finanziamento a livello europeo

136825

Contributo UE alla Città di Torino

4

Siti europei di interconnessione