5G AUDIOVISIVO

Sperimentazione Rai Way di rete e servizi 5G Broadcast in banda 700 MHz nelle città di Torino e Palermo

Nel nuovo ecosistema che vede nuovi player farsi strada nel variegato mondo dell’industria dei contenuti, anche gli operatori broadcast tradizionali hanno iniziato a definire nuove strategie puntando su piattaforme tecnologiche sempre più competitive e facendo leva sulle opportunità offerte dalle reti di quinta generazione della tecnologia mobile, più comunemente nota come 5G. L’introduzione del 5G apre scenari molto interessanti per l’industria dei broadcaster che possono portare, ad esempio, alla creazione di un mercato globale con milioni di smartphone, tablet e PC che diventano potenziali ricevitori TV in grado di combinare in modo attraente programmi TV in diretta, on demand, contenuti dei social network e molti altri servizi multimediali che allargano i confini della TV tradizionale dal “paradigma del palinsesto” alla TV “non lineare”.

Partners europei

Rai Way (IT) – Capofila, RAI Torino (IT), CRITS – Centro Ricerche, Innovazione Tecnologica e Sperimentazione RAI (IT), Politecnico di Milano (IT), Rohde & Schwarz Italia (IT), MainStreaming (IT), OpNet (IT), Impersive (IT), Kinecar (IT), La Sicilia Multimedia (IT), Rete 7 (IT).

Il progetto a Torino

Il progetto intende perseguire l’obiettivo di realizzare reti e servizi basati sulla tecnologia 5G Broadcast, per il territorio delle città di Torino (in relazione alla produzione e diffusione di contenuti) e Palermo (esclusivamente per la diffusione degli stessi) e sviluppare Use Case nell’ambito audiovisivo, che possano soddisfare esigenze in ambito pubblico e privato sia per il cittadino che per le imprese e che possano portare benefici alla comunità locali, fornendo soluzioni tecniche all’avanguardia e impiegando tecnologie innovative. A Torino in particolare sono previsti due Use Case: produzione televisiva 5G che intende sfruttare le funzionalità della rete 5G per la produzione televisiva, analizzare come le reti 5G potrebbero supportare vari scenari in cui video di alta qualità (ad esempio, in 4K, HD/HDR) vengono generati e trasmessi e distribuire il contenuto prodotto tramite la tecnologia 5G Broadcast; live museum VR360/180° che intende coinvolgere il pubblico nella fruizione di contenuti audiovisivi immersivi finalizzati ad esperienze di tipo artistico e museale.

Le azioni concrete

  • Use Case “Eventi Live”, nel quale un contenuto live viene distribuito in broadcast sulle zone sotto copertura (Torino e Palermo), per una ricezione con dispositivi mobili.
  • Use Case “Live Theater/Live Museum VR360/180°”, in cui la ripresa di un evento live o una produzione artistica da un luogo di cultura (come un teatro, un museo) viene inviata a dispositivi broadcast, con un contenuto immersivo di tipo VR360/180°.
  • Use Case “Automotive, che prevede la ricezione, attraverso il sistema di infotainment nel veicolo Kinecar di un contenuto audiovisivo trasmesso in modalità 5G Broadcast, implementando un grado di interattività nella fruizione del contenuto.
  • Use Case “Produzione televisiva 5G” per la produzione di contenuti in modalità distribuita all’interno di una location (ad esempio teatro o museo), con l’adozione delle tecnologie Private 5G Network per la contribuzione e 5G Broadcast per la distribuzione.

I numeri

  • Budget totale di progetto: 2.057.500,00 €
  • Budget del Comune di Torino: 100.000,00 € (finanziato al 100% dal Ministero dello Sviluppo Economico)
  • n. 12 partner
  • n. 4 casi studio
  • n. 12 mesi di durata del progetto
  • n. 4 attori locali
100000

Contributo UE alla Città di Torino

24

Mesi durata del progetto

12

Partners coinvolti